Barolo DOCG – Marengo Bricco delle Viole

Barolo DOCG – Marengo Bricco delle Viole

Categoria:

 

  • Denominazione: Barolo DOCG
  • Vitigni:nebbiolo 100%
  • Alcol:14 %
  • Formato: 0.75l
  • Consumo ideale: 2023/2031
  • Temperatura di servizio: 16/18 °C
  • Tipologia: Rosso
  • Momento per degustarlo: Cena formale
  • Abbinamenti: Formaggi stagionati, Secondi di carne rossa, Selvaggina

65,00

Svuota

Descrizione

LA CANTINA

“Con alle spalle una storia più che secolare, l’azienda vitivinicola Marengo è stata fondata sul finire del XIX secolo, esattamente nel lontano 1899, quando a La Morra, comune piemontese in provincia di Cuneo, prese vita la realtà vitivinicola di via XX settembre n° 34, ancora oggi esistente.
Gestita esclusivamente a conduzione familiare, quattro sono state le generazioni che fino a oggi si sono succedute nel portare avanti le attività aziendali, con l’attuale proprietario Marco Marengo che da poco ha ricevuto le redini dal padre Mario, quest’ultimo certamente una tra le figure di maggiore spessore in tutta la storia della cantina Marengo.
Con un’estensione vitata che attualmente arriva a coprire circa sei ettari, la cantina Marengo vede impiantati tra i propri filari le uve tipiche per eccellenza delle terre del Piemonte: barbera, dolcetto e nebbiolo. Viti che in ogni caso sono allevate e curate maniacalmente, nel massimo rispetto di quello che è l’equilibrio dell’ambiente, della natura, dell’ecosistema e della biodiversità, così da arrivare a raccogliere vendemmia dopo vendemmia grappoli sani, schietti, ricchi e concentrati in ogni più piccola sfumatura organolettica.
Dopo la raccolta, in cantina il frutto viene lavorato seguendo un’impronta stilistica non troppo classica, bensì innovativa e moderna, fatta di brevi fermentazioni ed estrazioni intense allo stesso tempo, seguite dall’invecchiamento in barrique. Quello da cui non si prescinde sono i massimi standard qualitativi.
Ecco allora che in questa maniera prendono vita etichette che rappresentano lo specchio fedele del varietale di cui sono figlie e del terroir da cui provengono. Dalla Barbera d’Alba “Vigneto Pugnane” si passa al Barolo “Bricco delle Viole”, per poi arrivare al Barolo Brunate e al Dolcetto d’Alba, chiudendo con il Nebbiolo d’Alba Valmaggiore: sono tutti vini, quelli che rientrano sotto il nome Marengo, frutto di un profondo amore per le proprie terre e per le proprie vigne e risultato della passione incondizionata per il proprio lavoro. Vini autentici in tutto e per tutto.”

 

94/100 punti: Doctor Wine

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Al calice è di un bel granato, luminoso e intenso. Il profilo al naso è inizialmente fruttato, contraddistinto da sentori di more mature, di amarena e di prugne, poi arricchite da importanti terziari quali cuoio, cenere e tabacco. Energico e austero il tannino al sorso, corposo e succoso il palato, ottima la struttura e lunga la persistenza.

ABBINAMENTI

Accompagna alla perfezione le carni rosse, la selvaggina e i formaggi stagionati. Ottimo con la lepre in agrodolce.

PERCHÉ CI PIACE

Quella del Bricco delle Viole è una delle sottozone del Barolo che arriva a toccare le maggiori altitudini sul livello del mare. È da qui che ci arriva l’omonimo Barolo targato “Marengo”.
Un rosso del Piemonte che tiene alta la bandiera dell’enologia regionale e non solo, regalando una bevuta di spessore, ancora oggi energica e importate, ma che negli anni a venire saprà proporre delicatezza e raffinatezza come pochi altri vini sapranno fare.
Lasciato riposare per due anni in barrique di rovere, è un Barolo davvero con la “B” maiuscola.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg